Progetto 23 – Aerogips a Brescia

Aerogips tra i protagonisti del restauro di un edificio d’epoca

Durante i lavori di restauro e recupero di un antico edificio nel centro storico di Brescia, grande attenzione è stata posta al tema dell’efficientamento energetico negli edifici storici vincolati. Grazie alla realizzazione di adeguati “pacchetti” di isolamento termico è stato notevolmente migliorato il comfort e le prestazioni energetiche complessive dell’edificio. Tra i protagonisti il pannello Aerogips

L‘efficientamento energetico di un palazzo d’epoca

Il progetto di restauro e risanamento conservativo di un antico edificio nel centro storico di Brescia è il protagonista di questo articolo. Il palazzo è risalente al 1600 e parzialmente sottoposto a vincolo di tutela dei monumenti storici.
Questo progetto ha ricercato le più moderne tecnologie e i materiali più performanti. E questo per soddisfare l’esigenza della committenza di un elevato comfort interno. Un’esigenza soddisfatta rispettando il vincolo di cui sopra e i caratteri storici e monumentali originari dell’edificio.
A tal fine il progetto non ha modificato in alcun modo le facciate e le coperture dell’edificio. Sono stati  modificati gli spazi interni a livello non solo edilizio ma anche strutturale e impiantistico. Il progetto è a firma della Lussignoli Associati Società di Ingegneria di Brescia.

Il benessere abitativo al centro del progetto

Grande attenzione è stata posta all’efficientamento energetico dell’immobile operando su due livelli: l’isolamento e l’impiantistica. Da un lato quindi si sono scelti adeguati “pacchetti” di isolamento termico sia verticale (murature esterne) che orizzontale (solai e copertura) per limitare le dispersioni energetiche. Dall’altro si è optato verso sistemi impiantistici ad alto rendimento sfruttando la fonte energetica fornita dal teleriscaldamento cittadino abbinato a sistemi a pompa di calore.

L’efficientamento energetico delle strutture verticali e orizzontali

L’innalzamento del livello di prestazione energetica ha comportato la realizzazione di pacchetti di isolamento verticali e orizzontali idonei al raggiungimento dei valori normativi vigenti.
Sono state realizzate contropareti isolanti interne a secco in aderenza alle murature portanti esterne in muratura composita (pietra/laterizi/cemento) utilizzando per la maggior parte materiali termoriflettenti abbinati a lastre di gesso fibra. Nei casi ove era richiesto, per esigenze legate all’arredamento interno, l’utilizzo di spessori ridotti dell’isolante senza perderne le prestazioni, è stato scelto il pannello Aerogips in accoppiamento a lastre in gesso fibra.
Nei solai sono stati utilizzati pannelli isolanti in XPS abbinati ai pannelli radianti per il riscaldamento a pavimento.

L’efficientamento energetico delle coperture e dei serramenti

Per le coperture è stato studiato e realizzato un pacchetto isolante in fibra di legno di spessore minimo pari a 20cm, realizzato senza modificare le altezze esterne complessive delle coperture e le quote dei cornicioni esistenti.
Sono stati infine sostituiti tutti i serramenti esterni senza modificarne la geometria di quelli originari.
L’utilizzo di tali soluzioni tecniche ha consentito di realizzare opere di isolamento termico interno rispettando i vincoli normativi che non consentono l’aumento della, volumetria complessiva dell’edificio né la superficie lorda edificata.

L’isolamento termico delle murature verticali

Le murature verticali sono state isolate realizzando contropareti con struttura a secco e lastre di finitura in gesso fibra di diverso spessore. Alle lastre sono stati interposti strati di materiale termoriflettente di spessore variabile.
Per gli sguinci e i voltini delle finestre, onde evitare l’alterazione della morfologia e delle dimensioni delle aperture, sono stati utilizzati i pannelli Aerogips.
Grazie all’assistenza della Geatec Sas di Brescia, specializzata nella consulenza nel settore dell’efficienza energetica, è stato scelto di utilizzare il pannello Aerogips. Soprattutto per le sue caratteristiche altamente performanti dal punto di vista dell’isolamento termico.

Minimo spazio, massimo isolamento

Questi pannelli, infatti, hanno permesso di garantire il perfetto isolamento termico in pochissimo spazio (3,25 cm). E questo, di conseguenza, ha permesso di lasciare inalterate le strutture esistenti e vincolate.
Nel lavoro specifico sono stati utilizzati pannelli Aerogips composti da 20 mm di Aerogel + lastra in fibrogesso da 12,5 mm con interposta barriera vapore per evitare la condensa interstiziale.
La stessa soluzione tecnica è stata impiegata nei locali di ridotte dimensioni (servizi igienici e vani scale) e in tutti quelli dove è stato scelto, per questioni funzionali, di ridurre al minimo l’ingombro delle contropareti.

© Studio Logos Agenzia - www.studiologos.eu - Ama Composites S.r.l. P.iva 02905040362
Info Online
Invia su WhatsApp