Isocolor Srl – Tortoreto (TE)

Abbiamo incontrato Emore Di Paolo, responsabile commerciale di Isocolor, e con lui abbiamo parlato di questa rivendita specializzata che opera su tutta la provincia di Teramo

Un po’ di storia…

Isocolor  nasce il 9 marzo del 2009 dall’idea di noi tre soci di fondere in un’unica realtà le nostre esperienze nel settore.
Io mi occupo del comparto commerciale, Gianluigi Faraone di quello amministrativo e Fabrizio Verdecchia del comparto tecnico.
Nel 2012 siamo entrati nell’attuale nostra sede di Tortoreto. Oggi siamo un punto di riferimento per tutta la provincia di Teramo per la fornitura di finiture edili.
Sin da subito la Isocolor si è prodigata a sviluppare “cultura”, per applicatori e tecnici, intorno al concetto di “Qualità in Edilizia”.
I materiali che oggi proponiamo sono diversi. E vanno dai sistemi a secco, all’isolamento termico e acustico, dall’antincendio alle impermeabilizzazioni, alle vernici, alle pavimentazioni tecniche, alle decorazioni, alle carte da parati e non ultime alle facciate ventilate.
Il nostro staff è composto da 6 persone e, sfruttando l’attuale posizione del ns stabile di Tortoreto, riusciamo a coprire tutto il territorio teramano.
Costante è anche la ns consulenza ai tecnici del settore con visite frequenti presso il loro uffici.
Lavoriamo anche in provincia de L’Aquila e di Ascoli Piceno ma il nostro core-business è sicuramente Teramo e provincia.

Isolcolor e il Superbonus 110%

Con l’avvento del Superbonus 110% si sono create numerose nuove opportunità lavorative nel mondo delle costruzioni. Opportunità che, a mio avviso, stanno premiando tutte quelle realtà che hanno sempre puntato sulla ricerca e sulla conoscenza tecnica per offrire una risposta esauriente alle attuali normative vigenti.
Parlo non solo delle aziende produttrici di materiali da costruzione. Mi riferisco anche alle imprese edili (che devono avere maestranze preparate e specializzate) e a noi rivendite. Credo che le rivendite generaliste siano penalizzate rispetto a quelle sistemiste. Noi siamo una rivendita sistemista è il nostro punto di forza è proprio la capacità di offrire la soluzione più idonea ad ogni richiesta dei nostri clienti.
Certo, adesso dobbiamo far fronte alla difficoltà di reperire i materiali che deriva dall’elevatissima richiesta in tutta Italia. E sarà proprio la capacità di fornire ai nostri clienti i materiali, i posatori e le imprese edili, nel minor tempo possibile che farà la differenza nei prossimi mesi, se non anni!

Qual è il vostro cliente tipo?

Potremmo affermare che Isocolor ha sempre visto come “cliente tipo” non il singolo soggetto definito tale, ma l’opportunità.
Mi spiego meglio: quando il mercato ha delle esigenze crea, come logica conseguenza, un’opportunità lavorativa. e non solo per noi ma per i produttori di materiali e per chi andrà a posare i prodotti. Ecco perché essere protesi a fornire risposte esaustive e, soprattutto risolutive, al mercato è così importante!
Crediamo molto nella Qualità in Edilizia e siamo sempre impegnati nell’organizzazione di specifici corsi di formazione e preparazione tecnica dei singoli operatori del settore.
Uno degli ultimi corsi che abbiamo organizzato è stato quello Cortexa per la corretta posa del cappotto termico con un numero di adesione di circa 50 applicatori.

Perché avete scelto di proporre i prodotti Aeropan?

Per svariati motivi. Primo fra tutti l’unione di un bassissimo spessore e un lambda termico estremamente prestazionale. Questa caratteristica ci permette di realizzare un cappotto termico esterno anche in quelle realtà dove l’utilizzo di materiali “tradizionali” avrebbe comportato un superamento delle cubature massime. La normativa in vigore, infatti, considera il cappotto termico come un elemento che incrementi la cubatura di un edificio. Quando le misure sono pressoché al limite diventa impossibile il miglioramento dell’isolamento termico con i materiali tradizionali dallo spessore molto elevato.
Lo spessore minimo del pannello Aeropan ci ha permesso di proporlo nella risoluzione di ponti termici, nell’isolamento delle spallette delle finestre e delle porte, dietro i termosifoni. Praticamente ovunque ci sia la necessità di migliorare l’isolamento termico e gli spazi a disposizione siano ridotti.

Progetti futuri?

Siamo convinti che la spinta del Superbonus 110% – ad oggi prorogato per tutto il 2023 – porterà grandi cambiamenti nel mondo delle costruzioni. Ci sarà una maggiore cultura da parte dei cittadini di ciò che significa “costruire bene” e le realtà che guardano solo all’economicità dei materiali da costruzione dovranno cambiare la loro mentalità o cambiare lavoro.
Inoltre, sono convinto che ci saranno grandi opportunità lavorative relativamente alle finiture d’interno. Mi spiego meglio: credo che molti privati oggi abbiano un’abitazione rifinita meglio dell’esterno del proprio condominio. Quando questa situazione si invertirà, dopo la fine dei lavori di recupero, gli stessi privati  noteranno più facilmente una parete che ha bisogno di una rinfrescata, un bagno che ha bisogno di manutenzione, ecc, ecc.
Ecco, io credo che dovremo prepararci anche a questa crescita ed essere, come sempre, in grado di fornire il prodotto più performante e risolvere le necessità specifiche di queste nuove esigenze.

© Studio Logos Agenzia - www.studiologos.eu - Ama Composites S.r.l. P.iva 02905040362
Info Online
Invia su WhatsApp